Avete una filiale o una succursale in Francia? Restano solo tre giorni per conformarsi alla nuova disciplina sul titolare effettivo

Avv. Francesca CIAPPI

La direttiva antiriciclaggio 2015/849 del 20 maggio 2015 ha rafforzato la disciplina europea in materia di lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo (LAB-FT), imponendo agli Stati Membri di predisporre dei registri nazionali dei titolari effettivi delle imprese e di alcuni trust.

Tale direttiva è stata recepita nell’ordinamento francese con ordinanza n. 2016-1635 del 1° dicembre 2016 e con decreto applicativo del 12 giugno 2017.

Le persone giuridiche iscritte al registro del commercio e delle società francese sono ormai tenute a comunicare il proprio “titolare effettivo” entro il 1° aprile 2018, tramite il deposito di un’apposita dichiarazione di iscrizione da indirizzare alla Cancelleria del Tribunale di commercio incaricato della tenuta del registro dei titolari effettivi.

Il titolare effettivo di una società è definito dal Codice monetario e finanziario francese come la persona fisica che

  • detiene, direttamente o indirettamente, più del 25% del capitale o dei diritti di voto della società
  • oppure che esercita, con qualsiasi altro mezzo, un potere di controllo sugli organi di gestione, di amministrazione o di direzione della società o sull’assemblea generale dei soci.

Sono soggette all’obbligo dichiarativo:

  • sia le società con sede in Francia;
  • sia le società con sede all’estero ma che hanno uno stabilimento in un dipartimento francese, succursali comprese.

L’omissione di detta dichiarazione espone, tra l’altro, al rischio di sanzioni penali (sei mesi di arresto e 7.500 € di multa, oltre a pene complementari).