Actualites

Video – Covid-19 : Cosa è cambiato davvero con la fine della quarantena in Francia? Risposte dal mondo legale

WEBINAR IN ITALIANO – 3 GIUGNO 2020 – ORE 11:00

“COVID-19 – Cosa è cambiato davvero con la fine della quarantena in Francia? Risposte dal mondo legale”: Webinar

WEBINAR IN ITALIANO – 3 GIUGNO 2020 – ORE 11:00

CRISI SANITARIA LEGATA AL COVID-19 QUALI AIUTI PER LE IMPRESE?

Fondo di solidarietà per le imprese colpite dalle conseguenze economiche, finanziarie e sociali della diffusione dell'epidemia di covid-19 e dalle misure adottate per limitarne la diffusione.

CRISI SANITARIA LEGATA AL COVID-19: QUALI SONO GLI EFFETTI SUL DIRITTO DEL LAVORO?

Ad integrazione del decreto legge, emanato dal governo francese il 23 marzo 2020 per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 (Legge n°220-290), il 25 marzo 2020 sono state adottate 25 ordinanze e un nuovo decreto relativo all’activité partielle (i.e. cassa integrazione) pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale (Journal Officiel) della Repubblica francese il 26 marzo 2020.

COVID-19: causa di forza maggiore?

In Francia, dopo l’adozione della legge di emergenza del 23 marzo 2020 per fronteggiare la pandemia COVID-19 (n°220-290), il 25 marzo 2020 sono state emanate 25 ordinanze, pubblicate l’indomani sulla Gazzetta Ufficiale, con lo scopo di adattare la vita economica, sociale e giudiziaria a questa pandemia.

NUOVO QUADRO NORMATIVO PER IL CONTROLLO DEGLI INVESTIMENTI ESTERI IN FRANCIA

Secondo il diritto francese, l’operatore economico che desidera porre fine ad una ‘relazione commerciale stabile’ ha l’obbligo di notificare alla controparte la sua decisione per iscritto, rispettando un congruo preavviso, altrimenti rischia di essere condannato a risarcire il danno causato al proprio partner commerciale dalla natura ‘brutale’ della ‘rottura’. Tale danno corrisponde generalmente al margine lordo che la vittima avrebbe realizzato durante il preavviso di cui avrebbe dovuto usufruire.

Novità importante per il commercio Italia-Francia: la riforma della disciplina sulla ‘rottura brutale’ di relazioni commerciali stabili

Secondo il diritto francese, l’operatore economico che desidera porre fine ad una ‘relazione commerciale stabile’ ha l’obbligo di notificare alla controparte la sua decisione per iscritto, rispettando un congruo preavviso, altrimenti rischia di essere condannato a risarcire il danno causato al proprio partner commerciale dalla natura ‘brutale’ della ‘rottura’. Tale danno corrisponde generalmente al margine lordo che la vittima avrebbe realizzato durante il preavviso di cui avrebbe dovuto usufruire.

La riorganizzazione delle strategie dell’e-commerce sul mercato francese

Da fine 2017, la Corte di giustizia dell’Unione europea ha permesso ai fornitori di prodotti di lusso di vietare ai distributori autorizzati di vendere la propria merce su altre piattaforme internet simili ad Amazon. I giudici francesi cominciano ad applicare questa regola anche nell’ambito di fattispecie che non vedono l’applicazione del diritto comunitario.